04 marzo 2024
Da sempre il rapporto tra generazioni ha dato vita a conflitti che hanno spinto i più giovani a mettere in discussione i principi e i valori dei padri, nel desiderio di essere più liberi e mettere le basi per una società meno gerarchica. Nel ’68 del secolo scorso si inneggiò alla “morte del padre” visto come padrone, che tarpava le ali alla piena realizzazione delle aspirazioni dei figli. La crisi della famiglia tradizionale e i cambiamenti nell’organizzazione del lavoro hanno poi...
26 febbraio 2024
Affermare che il regno è vicino significa contrarre al limite di zero l'attesa di un evento futuro e aprire nel presente il suo effetto di speranza, di gioia, di libertà e guarigione: il cuore dell'annuncio che qui si evidenzia è l'azione di Dio che opera adesso per offrire a Israele il compimento della promessa di libertà, di presenza continuativa, di giustizia e di pace che aveva accompagnato tutto il cammino del popolo distinto. Il Dio di cui Gesù fa esperienza, e fa sperimentare a...
19 febbraio 2024
La noia gioca un ruolo importante nell’abbandono delle pratiche religiose. Certo, l’incomprensione del messaggio di Salvezza ha un’importanza ben più significativa, ma la noia, a ben guardare, nasce da questa incomprensione e sempre l’alimenta. La noia, in campo religioso, nasce principalmente dalla liturgia e in essa cresce e si conferma… e questo è un fatto grave, anzi gravissimo. È un fatto grave, perché, come dice il Concilio Vaticano II, “la liturgia è il culmine verso cui...
14 febbraio 2024
12 febbraio 2024
Gli uomini moderni valutano le esperienze secondo il criterio del benessere che esse sono capaci di produrre. La vita spirituale, come rielaborazione della propria vita alla luce del Vangelo, è possibile solo nella comprensione del nesso libertà-amore. Gesù di Nazareth, certamente il più audace dei rivoluzionari, lasciò i suoi genitori per andare ad occuparsi delle "cose del padre suo" all'età di 9 anni, senza lasciarsi intimidire dagli "anziani" che insegnavano nel tempio, e disse "la...
05 febbraio 2024
La preghiera è relazione con Dio, è il veicolo del nostro dialogare, è il punto in cui si incontrano il cielo e la terra. Le grandi leggi del cielo vengono a noi. Proprio come è scritto nel Padre Nostro: come il cielo, così la terra. È il dialogo privilegiato senza veli e senza fronzoli, è ritagliare un tempo e uno spazio, di raccoglimento, di confidenza con Dio in cui la nostra anima si eleva e raggiunge l’altezza di Dio.
29 gennaio 2024
I cristiani non si distinguono dagli altri uomini né per territorio, né per lingua, né per abiti. Non abitano neppure città proprie, né usano una lingua particolare, (...) ma testimoniano uno stile di vita mirabile e, a detta di tutti, paradossale. (...) Risiedono nella loro patria ma come stranieri domiciliati (pároikoi); a tutto partecipano come cittadini e a tutto sottostanno come stranieri (xénoi); ogni terra straniera è patria per loro e ogni patria è terra straniera.
22 gennaio 2024
È rassegnato il nostro sguardo "adulto" verso i giovani; tanto più riguardo la "fede" dei giovani di oggi. Dobbiamo essere onesti: dal punto di vista ecclesiale e pastorale non solo spesso e volentieri li guardiamo (seppur con nostalgia) come un mondo ormai un po’ "perso" e irraggiungibile da noi (o - quanto meno - lontano da nostro modo di intendere e di vivere la fede), ma facciamo proprio fatica ad avere uno sguardo generativo, che sappia cogliere i segni della presenza di Dio dentro la...
15 gennaio 2024
Il tempo delle emozioni è il presente: ciò che sentiamo è qui e ora, l'unico tempo della vita. Stare con ciò che proviamo, piacevole o meno che sia, è l'unico modo per vivere in maniera autentica e non superficiale. Ecco perché non dovremmo solo cercare emozioni piacevoli. Nascondere gli stati d'animo che sono meno accettati socialmente come la tristezza, l'insicurezza o la paura per mostrarsi sempre forti, allegri, sorridenti, vincenti ci fa respingere e rifiutare una parte fondamentale...
08 gennaio 2024
Diventare più sicuri di sé è un processo possibile a tutte le età, le ricadute immediate attiveranno un circolo virtuoso per cui man mano acquisterai sempre più fiducia in te. Preparati a scoprire il tesoro nascosto dentro di te. Chi non crede in se stesso è portato a vedere ogni gaffe o brutta figura come la prova di limiti connaturati di fronte ai quali non rimane che rassegnarsi. La sensazione di impotenza genera una frustrazione rabbiosa che non fa altro che bloccarci ancora di più,...

Mostra altro